I foggiani che vogliamo



Eventi
16/09/2014
Foggia Teatro Festival - III edizione
30/06/2014
Ricollocata la cosiddetta "Croce di Carlo V"
  archivio eventi
 

Inserita il: 03/03/2008

8 marzo, Inaugurazione Collettiva dŽArte, 12 marzo relazione sulla Depressione

8 marzo - ore 17.30, Sala Rosa del Vento, inaugurazione
Collettiva dŽArte “ESSERE DONNA” (8-13 marzo palazzo della
Fondazione). A seguire relazione dott.ssa Valeria De Trino “Donna
Oggi Donna Sempre”.
12 marzo - ore 17.30, Sala Rosa del Vento. Associazione Amici
della Fondazione organizza la relazione della dott.ssa Iolanda
Vivoli: “La depressione eŽ donna?”.

La Giornata Internazionale della Donna, nata per celebrare le
conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, a 100 anni
da quellŽincendio dellŽ8 marzo 1908 che, avvolto dalla leggenda,
viene indicato come il suo mito fondativo, viene ricordata sia dalla
Fondazione che dalla Associazione Amici della Fondazione.
Due appuntamenti, per una Giornata che eŽ nata per contribuire
alla
riflessione e agli approfondimenti, con lŽausilio dellŽArte e della
Scienza.

LŽ8 marzo saraŽ inaugurata una collettiva dŽarte dal titolo
“ESSERE
DONNA”.
4 pittrici foggiane: Carolina Triggiani, Rosa Alba Ricco, Patrizia
Maggi, Licia Maggi (che vive a Roma), che hanno costituito dal
settembre scorso un gruppo artistico denominatosi “Donne in
Arte”. Amiche, sorelle, studentesse allŽAccademia e poi colleghe,
espongono 5 tele per ciascuno in cui raccontano i valori (P. Maggi),
gli stati dŽanimo (Ricco), la ricerca antropologica (Treggiani) e le
diversitaŽ nel mondo (L. Maggi) della donna.
La presentazione della collettiva, che saraŽ visitabile fino al 13
marzo, eŽ affidata al critico dŽarte, arch. Maria Bianco.
A conclusione della serata la dott.ssa Valeria De Trino, presidente
Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, relazioneraŽ su “DONNA
OGGI DONNA SEMPRE”.

MercolediŽ 12 marzo, a cura degli Amici della Fondazione, alle ore
17.30, nella Sala Rosa del Vento, la dott.ssa Iolanda Vivoli
affronteraŽ uno dei gravi problemi delle donne nel mondo
moderno,
la depressione.
“LA DEPRESSIONE EŽ DONNA?”. Questo il titolo della relazione
della
giovane psicologa foggiana, con un curriculum di tutto rispetto, che
parleraŽ della malattia che interessa il 25% delle donne durante
lŽintero arco della loro vita, trasversale ai vari gruppi sociali con
diversi livelli economici e culturali.
"Studi statistici sulla distribuzione della depressione - afferma la
dott.ssa Vivoli - indicano che la sua frequenza e´ doppia nelle
donne rispetto agli uomini. Questo per una serie di motivi:
sicuramente per MOTIVI BIOLOGICI DI TIPO ORMONALE, basti
pensare che mensilmente l´organismo della donna e´ sottoposto a
sbalzi ormonali durante il flusso mestruale e ad una vera tempesta
ormonale in concomitanza con la menopausa. Spesso pero´ si
indica solamente e principalmente questo motivo per spiegare la
frequenza piu´ alta di questo disturbo nelle donne, ignorando i
FATTORI SOCIO-ECONOMICI che predispongono l´insorgenza di
manifestazioni depressive: le donne ricevono infatti
condizionamenti sociali e culturali che forniscono scarsi strumenti
di autostima e sicurezza personale; sono soggette a pregiudizio
rispetto al proprio valore e capacita´; hanno difficolta´ ad occupare
posti di responsabilita´, spesso non sono inserite nel mondo del
lavoro e non percepiscono reddito e cio´ le relega in una condizione
di debolezza economica. In piu´ la donna spesso svolge
contemporaneamente piu´ ruoli, in quanto e´ la principale
responsabile del lavoro di cura familiare ed extra-familiare. Infine
le donne sono piu´ disposte, rispetto agli uomini, a denunciare la
presenza di disturbi della sfera emotiva. Tutti questi motivi, presi
insieme, spiegano la frequenza doppia di manifestazioni
depressive nelle donne rispetto agli uomini".







 
 Home | Storia | Statuto | Organigramma | Sede e Patrimonio | Bilancio | Attività | Pubblicazioni | Link | Contattaci
 Copyright 2021 Fondazione Banca del Monte "Domenico Siniscalco Ceci"
 powered by netplanet