I foggiani che vogliamo



Eventi
16/09/2014
Foggia Teatro Festival - III edizione
30/06/2014
Ricollocata la cosiddetta "Croce di Carlo V"
  archivio eventi
 

Inserita il: 19/10/2010

Inaugurato il II ciclo delle "Domeniche con la Storia"

Grande successo di pubblico alla presentazione del libro di Pino Aprile "Terroni" Grande successo, ieri sera, nella Sala “Rosa Del Vento” della Fondazione Banca del Monte “Domenico Siniscalco Ceci” di Foggia per l´appuntamento inaugurale delle “Domeniche con la Storia”, il ciclo di incontri sulla storia di Foggia e della Capitanata varato lo scorso anno dalla Fondazione.
Gremita oltre il limite, la sala, per accogliere Pino Aprile, il giornalista pugliese autore del best seller della primavera/estate 2010: “Terroni”, giunto alla 14^ ristampa in pochi mesi.
Il saggio storico, citando documenti e pubblicazioni racconta le condizioni del Regno di Napoli al momento della conquista garibaldina. Non uno Stato oppresso, arretrato e abitato da poveri, dice Aprile: almeno, non piu´ poveri dei ceti popolari di altre nazioni coeve. Piuttosto, argomenta Aprile, uno Stato perfettamente in linea con le condizioni economiche, sociali e culturali delle piu´ avanzate nazioni dell´Europa dell´epoca; anzi, in alcuni settori addirittura all´avanguardia.
Aprile ha raccontato come abbia incontrato l´ostracismo da parte degli storici e degli accademici ufficiali che, pero´, non hanno controbattuto con argomenti inoppugnabili, quanto piuttosto con espressioni sprezzanti di noncuranza o scarsa stima nel suo lavoro.
Aprile ha citato il caso del noto storico Villari, che in un collegamento telefonico durante un´intervista alla radio, ha dapprima liquidato “Terroni” come un libro che diceva cose gia´ note da tempo. Aprile ha ribattuto che era vero e che lui non aveva l´ambizione di aver fatto nuove scoperte e che divulgava cose note che la storiografia ufficiale aveva ignorato o minimizzato. Villari ha ribattuto che non gli sembrava il caso di divulgarle proprio in occasione del 150enario della unita´ d´Italia e Aprile ha concluso: “E quando sara´ il momento di farci conoscere verita´ che tutti abbiamo diritto a sapere? E, soprattutto, chi ha autorizzato gli storici ufficiali a decidere quando e´ il tempo giusto di queste rivelazioni?”.
Tantissimi gli spettatori che hanno ascoltato con interesse la descrizione di Aprile sulle condizioni dell´Italia del Sud prima della annessione sabauda, giustificata a posteriori con un plebiscito a dir poco falsato. Alla fine, tanti anche i presenti che hanno voluto far autografare all´autore la copia del libro che avevano appena acquistato.
 
 Home | Storia | Statuto | Organigramma | Sede e Patrimonio | Bilancio | Attività | Pubblicazioni | Link | Contattaci
 Copyright 2021 Fondazione Banca del Monte "Domenico Siniscalco Ceci"
 powered by netplanet