I foggiani che vogliamo



Eventi
16/09/2014
Foggia Teatro Festival - III edizione
30/06/2014
Ricollocata la cosiddetta "Croce di Carlo V"
  archivio eventi
 

Inserita il: 22/10/2010

Si parla di storiografia del Risorgimento alle "Domeniche con la Storia"

Il prof. Angelantonio Spagnoletti protagonista del secondo incontro di quest´anno
Entra nel vivo il secondo ciclo delle “Domeniche con la Storia”, l´evento organizzato dalla Fondazione Banca del Monte “Domenico Siniscalco Ceci” per divulgare la conoscenza della storia di Foggia e della Capitanata.

In coincidenza con le celebrazioni del 150enario dell´Unita´ d´Italia, quest´anno gli incontri promossi dalla Fondazione saranno incentrati sui fatti che avvennero nel Foggiano durante il processo di unificazione della Penisola avviato da Vittorio Emanuele II e Cavour, attraverso l´impresa di Garibaldi e dei Mille.

Domenica mattina, alle 10.30, nella Sala “Rosa del Vento” della sede della Fondazione, in Via Arpi 152, il Prof. Angelantonio Spagnoletti terra´ una relazione su “La storiografia italiana sul Risorgimento”.

Docente di “Storia degli antichi stati italiani” alla Facolta´ di Lettere e Filosofia dell´Universita´ di Bari, Spagnoletti studia in special modo la storia dei ceti dirigenti della Penisola fra XVI e XIX secolo. Tante le pubblicazioni di prestigio dello storico; tra queste: “L´incostanza delle umane cose. Il patriziato di terra di Bari tra egemonia e crisi (XVI-XVIII secolo)” (Edizioni dal Sud, Bari 1981); “Stato, aristocrazia e ordine di Malta nell´Italia moderna” (Collection de l´École française de Rome, Roma 1988); “Storia del Regno delle Due Sicilie” (Il Mulino, Bologna 2008); “Il mondo moderno” (Il Mulino, Bologna 2005); “Le dinastie italiane nella prima eta´ moderna” (Il Mulino, Bologna 2003); “Uomini e luoghi del 1799 in Terra di Bari” (Edipuglia, Bari 2000); “Pri´ncipi italiani e Spagna nell´eta´ barocca” (Mondadori Bruno, Milano 1996).

Un passaggio della relazione del prof. Spagnoletti: “La fine di una considerazione manichea della storia del Risorgimento e dell´intero processo che ha portato all´Unita´ d´Italia, per cui tutte le ragioni sono da una parte e tutti i torti dall´altra, e´ un dato largamente scontato nella storiografia italiana e straniera che si e´ occupata del XIX secolo. Alla riflessione storiografica sulle modalita´ con cui si e´ svolta l´unificazione nazionale si accompagna ora l´interesse mostrato da gran parte dell´opinione pubblica verso il tema, stimolato anche dalle polemiche politiche del presente. Appare necessario, pertanto, ricostruire la storia del nostro Risorgimento, nelle sue varie sfaccettature, e considerare il ruolo che in esso e nei decenni successivi alla sua conclusione ebbe il Mezzogiorno d´Italia senza indulgere in localismi o in revisionismi fini a se stessi”.
 
 Home | Storia | Statuto | Organigramma | Sede e Patrimonio | Bilancio | Attività | Pubblicazioni | Link | Contattaci
 Copyright 2021 Fondazione Banca del Monte "Domenico Siniscalco Ceci"
 powered by netplanet