I foggiani che vogliamo



Eventi
16/09/2014
Foggia Teatro Festival - III edizione
30/06/2014
Ricollocata la cosiddetta "Croce di Carlo V"
  archivio eventi
 

Inserita il: 09/10/2012

"Brutti Sporchi e Cattivi", la presentazione del libro di Giovanni Valentini

LŽautore ospite della Fondazione lŽ11 ottobre

Un appuntamento d´eccezione, giovedi´ 11 ottobre, alle 18, nella Sala “Rosa del Vento” della Fondazione Banca del Monte “Domenico Siniscalco Ceci” di Foggia (Via Arpi 152). E´ in programma, infatti, la presentazione del volume di Giovanni Valentini “Brutti Sporchi e Cattivi.


I meridionali sono italiani?”, edito da Longanesi nella collana di saggistica intitolata “Le Spade”. A introdurre la serata, sara´ il Presidente della Fondazione, l´avv. Francesco Andretta. Ad illustrare il contenuto del libro, lo stesso autore. IL VOLUME [dal sito della Longanesi] Se l´Europa non puo´ fare a meno dell´Italia, puo´ l´Italia fare a meno del suo Sud?


Imeridionali sono davvero brutti, sporchi e cattivi? A queste e a molte altre domande, nello stesso tempo retoriche e provocatorie, risponde in questo libro Giovanni Valentini, pugliese d´origine, che si sente a tutti gli effetti non solo cittadino italiano, ma europeo. E proprio percio´ non si rassegna all´idea che l´Italia possa perdere il Sud. Dagli anni immediatamente successivi all´Unita´ –quelli dell´«annessione» al Piemonte, e piu´ tardi dei saggi di Salvemini e Gramsci– ai nostri giorni, la questione meridionale e´ sempre stata la questione nazionale. Le regioni del Mezzogiorno non si sono mai davvero sentite parte integrante di uno Stato, perché quello Stato si e´ sempre manifestato come qualcosa di esterno e invasivo, fonte perenne di sfruttamento e oppressione. Da qui si e´ sviluppata, fino ad assumere le dimensioni odierne, la realta´ dell´anti-Stato nelle sue varie forme: clientelismo, assenteismo, false pensioni, malavita organizzata. Ma il Sud, sostiene l´autore, ha in sé gli anticorpi e le risorse (cultura, patrimonio storico-ambientale, turismo, energie rinnovabili, nuove tecnologie, senza dimenticare la fantasia e il calore umano propri di un popolo generoso) per guardare con fiducia al futuro. Sono molti nel Meridione i settori che lo Stato puo´ e deve finalmente valorizzare in tutte le loro potenzialita´. Perché se non si salva il Sud, e´ destinata ad affondare l´intera Italia. GIOVANNI VALENTINI Nato a Bari il 6 febbraio del 1948, Valentini e´ iscritto all´Ordine dei Giornalisti dal 1971. Inizio´ scrivendo per la "Gazzetta del Mezzogiorno", poi lavoro´ nella redazione romana de "Il Giorno". Nel 1976, partecipo´ alla fondazione de "La Repubblica", nella quale ha lavorato prima come inviato speciale poi come capo della redazione di Milano. Fu il piu´ giovane direttore italiano -29 anni- quando venne chiamato alla testa de "L´Europeo" dal 1977 al 1979. Ha, poi, diretto "il Mattino di Padova", "la Tribuna di Treviso" e quindi "L´Espresso" (quest´ultimo, dal 1984 al 1991). Lo stesso Eugenio Scalfari lo nomino´ Vicedirettore de La Repubblica, incarico che ha ricoperto dal 1994 al 1998. È stato anche uno dei fondatori di "repubblica.it", l´edizione web del celebre quotidiano. Attualmente e´ editorialista de La Repubblica, dove si occupa di politica, informazione, ambiente e diritti civili e tiene la rubrica settimanale "Il Sabato del Villaggio" con la quale ha vinto nel 2000 il “Premio Saint-Vincent” di giornalismo. Nel 2008 ha conquistato il premio alla carriera nell´ambito del concorso Giornalista di Puglia.

 
 Home | Storia | Statuto | Organigramma | Sede e Patrimonio | Bilancio | Attività | Pubblicazioni | Link | Contattaci
 Copyright 2021 Fondazione Banca del Monte "Domenico Siniscalco Ceci"
 powered by netplanet