I foggiani che vogliamo



Eventi
16/09/2014
Foggia Teatro Festival - III edizione
30/06/2014
Ricollocata la cosiddetta "Croce di Carlo V"
  archivio eventi
 

Inserita il: 01/02/2006

La pittura a Foggia tra ´800 e ´900

sabato 4 febbraio, ore 11,00 presentazione alla Fondazione BdM del volume di Mario Melchiorri “La pittura a Foggia tra ´800 e ´900” Si parlera´ di pittori sabato 4 febbraio alle ore 11,00, nella Sala Rosa del Vento del palazzo della Fondazione Banca del Monte “Domenico Siniscalco Ceci” in via Arpi, 152.

Pittori che Mario Melchiorri con passione e pazienza ha catalogato attraverso schede biografiche e foto nel volume “La Pittura a Foggia tra Otto e Novecento”.

“Si tratta di una indagine conoscitiva - come ha spiegato l´autore - di un censimento e dell´approfondimento sulla vita e le opere dei pittori di Capitanata, un occasione per un recupero di quei valori artistici che sono alla base della pittura formatisi tra l´Ottocento e il Novecento sul nostro territorio”.

Il volume che si appresta a diventare uno strumento divulgativo della storia dell´arte nella nostra provincia, e´ promosso dall´Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia e dalla Fondazione Banca del Monte. Ventisette pittori da Vincenzo Acquaviva a Saverio Altamura, da Caldara a La Piccirella, ma anche De Nigris, Tarantino, Ar; da Grilli a Testi, ma anche Mancini, Schingo, Valentini.

Alcuni dunque famosi e apprezzati dalla critica ufficiale, altri poco conosciuti. “Se non e´ infrequente che cittadini foggiani non abbiano mai visto un´opera del grande Altamura – ha ribadito il presidente della Fondazione Andretta -, assai meno visitati sono gli altri lavori, in buon numero conservati presso il Museo Civico, dai quali sgorga la cifra pittorica ottocentesca, calda e pastosa”. Avremo modo di incontrare nel volume tra gli altri il raffinato e delicato Domenico Caldara, l´accademico Antonio La Piccirella che non si sposto´ mai dalla sua provincia; un innovatore e grandissimo incisore Saverio Pollice (a lui si deve la famosa incisione “Iconavetere” con i santi Guglielmo e Pellegrino), lo scenografo di fama internazionale Giuseppe Fania, Gustavo Valentini che fondo´ a Foggia l´Istituto Moderno di Arti Belle e Industriali, intitolato a Nicola Parisi, un altro grande pittore foggiano.

Potremo vedere con piacere gli animali del “realista” Guido Grilli, o le interpretazioni della vita quotidiana meridionale del crepuscolare Giuseppe Ar.
 
 Home | Storia | Statuto | Organigramma | Sede e Patrimonio | Bilancio | Attività | Pubblicazioni | Link | Contattaci
 Copyright 2021 Fondazione Banca del Monte "Domenico Siniscalco Ceci"
 powered by netplanet